Sei in: —  fa parte di:

La favola di Sezuan  - Ne parla Maurizio Porro

Il sentimento di questa breve lirica vuole essere il segno della nostra disperazione, ma anche della nostra fiducia non tanto nel futuro della nostra guerra (quella che iniziammo con Paolo Grassi più di quarant'anni fa) per un teatro diverso in un mondo diverso, quanto nel valore del semplice gesto dell'uomo intento al suo lavoro per difendere le cose che ama ed in cui crede.