Sei in: —  fa parte di:

Il mio Re Lear

Novembre 1972. Per il suo ritorno alla guida del Piccolo, da cui era stato lontano alcuni anni, mentre la direzione di via Rovello era nelle mani di Paolo Grassi, Giorgio Strehler sceglie Re Lear di Shakespeare, spettacolo entrato nel mito.

Indimenticabile il cast, con Tino Carraro nei panni del monarca che rinuncia al potere e perde il senno, mentre a Ottavia Piccolo, con una geniale intuizione, Strehler affida il doppio ruolo di Cordelia e del Matto. E ancora Ivana Monti, Renato De Carmine, i giovani Giuseppe Pambieri e Gabriele Lavia tra gli altri.

Ezio Frigerio firma le scene e i costumi, Fiorenzo Carpi le musiche.